Che cos'è e come si cura la Filaria

Che la Prevenzione abbia inizio!
filaria cos'è come si cura

La stagione estiva è ancora lontana, ma non così tanto..è adesso che comincia la prevenzione, mediante i test diagnostici di controllo per instaurare il giusto protocollo per il nostro compagno.

Le malattie per le quali vanno protetti si definiscono ‘malattie da vettore’ in quanto vengono trasmesse tramite puntura di insetti e sono:
• Leishmania
• Filaria
• Babesia
• Ehrlichia
• Bartonella

In questo articolo vi parleremo della FILARIOSI CARDIOPOLMONARE

La filariosi è causata da un vermetto: la Dirofilaria Immitis, introdotto nei vasi sanguigni del nostro amico mediante la puntura di una zanzara. Ma non una zanzara specifica, bensì numerosissime, anche quelle diurne e questo rende la possibilità di contrarla molto più pericolosa!

Durante il pasto la zanzara inietta la larva della filaria, un vermicello che continua a migrare tramite il sangue crescendo fino a raggiungere lo stadio adulto, localizzandosi in particolare nel cuore e nei vasi cardiopolmonari. I sintomi principali conseguenti sono tosse, affaticamento, sincopi (svenimenti) durante il gioco o la corsa o in seguito ad accessi di tosse. Col passare del tempo (e della crescita delle filarie all’interno del cane) i sintomi peggiorano arrivando ad un’insufficienza cardiaca destra irreversibile.

E’ fondamentale prevenire questa infestazione mediante una corretta profilassi da praticare regolarmente ogni anno ad inizio stagione. Questa si esegue con la somministrazione di terapie orali o anche iniettabili, a seconda del caso e delle esigenze del cane e della sua famiglia.

La filariosi cardiopolmonare, se presa per tempo, è una malattia curabile!

Ed è per questo che è molto importante lo screening, da eseguire almeno ogni due anni mediante un semplice ed immediato test sul sangue, effettuato in ambulatorio.

Per ogni informazione o per un appuntamento ci trovate, come sempre, in studio!

A cura della: Dott.ssa Alice Rostagno - Veterinario, Torino