L'obesità nel tuo animale

Più snelli, più sani... e più felici!
gatto obeso sovrappeso

Sempre di più i nostri compagni felini sono affetti da una condizione di sovrappeso. La definizione di SOVRAPPESO su wikipedia indica: “un moderato eccesso di peso corporeo rispetto agli standard. Tale condizione è estesa a molte fasce della popolazione, specialmente quelle in cui l'approvvigionamento del cibo è abbondante e lo stile di vita sedentario. La condizione di sovrappeso, sebbene non sia grave né patologica, non va tuttavia trascurata, in quanto costituisce un chiaro campanello d'allarme, poiché i soggetti in sovrappeso, se non controllano l'alimentazione e lo stile di vita, sono ad alto rischio di obesità.”

Quali accorgimenti possiamo prendere nei confronti dei nostri gatti per ridurre questo rischio?
E’ molto semplice, basta seguire delle semplici regole:
- Somministrare circa cinque, o anche più, piccole porzioni di cibo al giorno ( piccoli pasti= piccole prede)
- Selezionare un’alimentazione adatta alle esigenze metaboliche del gatto
- Monitorare il comportamento ed il peso del micio
- Garantire sempre l’accesso all’acqua fresca e pulita
- Utilizzare giochi di attivazione con somministrazione di cibo
- Cambiare regolarmente la posizione delle ciotole (preferibilmente in posizione sopraelevata)
In questo modo il gatto sarà stimolato ed incoraggiato ad arrampicarsi, cacciare, esplorare e giocare anche in appartamento, in modo da favorire il comportamento naturale e migliorare il suo benessere.

Un altro importante fattore nella gestione del sovrappeso è la scelta del tipo di dieta somministrata: il gatto è un carnivoro stretto e ciò significa che la carne è essenziale per la sua sopravvivenza. In natura l’alimentazione è basata su piccole prede a basso contenuto di carboidrati ed è su questo principio che dobbiamo basare la sua alimentazione.

A volte capita che i gatti siano alimentati quasi ad libitum, riempendo magari la ciotola fino all’orlo attendendosi che il nostro micio ‘si regoli da sé’.
Questo però limita le interazioni del nostro amico con il suo ambiente in casa, rendendolo poco stimolante, noioso… e annoiandosi il nostro gatto cosa fa? Mangia ancora! Un circolo da cui diventa poi sempre più difficile uscire.
I rischi dell’obesità nel gatto sono molteplici, può predisporre a patologie anche gravi come il diabete mellito, patologie delle vie urinarie, osteoartriti, lipidosi epatica.
Pensiamoci ed proteggiamolo per tempo!

Infine, due parole anche per gli amici possessori di un CANE OBESO....

Il tuo cane corre come prima? Sale e scende agevolmente dalla macchina come prima? Gioca sempre spesso?
Quali sono i fattori di rischio del sovrappeso: sterilizzazione, età, ambiente e stile di vita (casalingo, sedentario), alimentazione non bilanciata con utilizzo di avanzi dalla cucina e monopasto esomministrazione di snack.
Attenzione ai rischi legati all’obesità: patologie cardiache, difficoltà respiratorie, diabete mellito, osteoartrite, patologie a carico dei legamenti (in particolare del ginocchio). Il 38% dei cani obesi soffre di una patologia legata a questa condizione ed inoltra ben il 57% ne sviluppa altre a rischio!
La perdita di peso deve essere graduale e monitorata, nessuna fretta.

Per ogni informazione aggiuntiva e/o consiglio, noi restiamo a tua disposizione: inviaci un'email o rivolgiti in studio.


A cura della: Dott.ssa Alice Rostagno - Veterinario, Torino